Servizio acquedotto

Con deliberazione del Comune di Brunico del 16 aprile 1949 venne ufficialmente trasferita all'Azienda Elettrica la proprietà e la gestione della rete cittadina dell’acquedotto che aveva gestito già dal 1933 sotto il profilo tecnico e amministrativo.

Fino all’anno 1948 il canone veniva incassato dall’Azienda Elettrica e i ricavi venivano consegnati al Comune di Brunico. I lavori necessari alla rete venivano eseguiti da parte dell’Azienda Elettrica e fatturati al Comune.

Attualmente vengono rifornite di acqua potabile oltre 13.900 persone nel territorio comunale di Brunico, con esclusione delle frazioni di Santa Caterina e Riscone, su una superficie di 12 km2. La disponibilità d'acqua è di 250 litri al secondo, le perdite di rete sono minime (sotto il 10 per cento dell’acqua potabile immessa in rete). Il consumo medio pro capite è di circa 290 litri (di cui uso solo domestico circa 112 litri) al giorno.

In collaborazione con il comune di Brunico ci si è posti l’obiettivo di coprire il fabbisogno di acqua potabile per quanto possibile con sorgenti naturali in modo da destinare le risorse dei pozzi artesiani esistenti solo per la copertura delle punte o di emergenze. In quest’ottica rientrano anche la costruzione del serbatoio d’acqua potabile presso il monte di Stegona nell’anno 2001 e la captazione e derivazione della sorgente "Steinwiese" a partire dall’autunno del 2006, che hanno permesso il raggiungimento di questo obiettivo.

Breve retrospettiva storica

  • 1943: presa in gestione della rete cittadina dell'acquedotto
  • 1943-1946: captazione ed immissione in rete dell'acqua proveniente dalla sorgente di Castel Lamberto;
    rinnovo della rete, miglioramento della captazione delle sorgenti in città, rinnovo dei serbatoi;
    presa in gestione dell'acqua in eccesso della conduttura privata del casolare "Von Sternbach"
  • fino al 1952: captazione dell'acqua da sorgenti a Riscone e connessione all'acquedotto della frazione di Riscone;
    installazione della prima stazione di pompaggio elettrica ("Sternwaldele")
  • 1962: costruzione della stazione di pompaggio "Stegona" e del pozzo artesiano "Stegona 1"
  • 1970: costruzione del pozzo artesiano "Stegona 2" presso la stazione di pompaggio "Stegona"
  • 1972: costruzione di due serbatoi giornalieri con capacità ricettiva di 1.100 m3 ciascuno nella frazione di Teodone
  • 1975: costruzione di un pozzo artesiano presso la sede dell'Azienda con portata della pompa di 95 litri al secondo
  • 2001: costruzione di un serbatoio presso il monte di Stegona (2 per 2.000 m³)
    demolizione e nuova costruzione della stazione di pompaggio "Stegona"
  • 2002: risanamento/recupero delle captazioni di sorgente e del collettore "Kappra" (approvvigionamento frazione San Giorgio)
  • 2006: captazione e derivazione della sorgente "Steinwiese" (Valle di Vila)
  • 2008: costruzione del serbatoio "Lunes" (riserva di acqua in funzione antincendio per la cnetrale di teleriscaldamento "Lunes")
  • 2009: nuova trivellazione del pozzo artesiano "Stegona 1"
  • 2010: emanazione del regolamento relativo al servizio pubblico dell'approvvigionamento idrico da parte del Comune di Brunico
    risanamento delle sorgenti "Brückele", "Korer" e "Tiefe Quellen" sul Plan de Corones
    risanamento del serbatoio di Teodone
  • 2011: recupero delle sorgenti a Villa S.ta Caterina (da parte del Comune di Brunico)
    emanazione dell'ordinamento d'acquedotto da parte dell'Azienda
  • 2012: convenzione tra il Comune e l'Azienda per l'erogazione del servizio pubblico d'acquedotto
    messa in esercizio dell'impianto idroelettrico sulla conduttura d'acquedotto "Teodone"
  • 2014/2015: costruzione e messa in esercizio del serbatorio "Riscone"
  • 2015/2016: costruzione e messa in esercizio serbatoio "Teodone scuola"
  • 2016: costruzione dell'impianto di deacidificazione Villa S.ta Caterina
  • progetto per l'anno 2017: nuoa costruzione del serbatoio "Maria Hilf" in San Giorgio
Azienda Pubbliservizi Brunico | Anello Nord 19, I-39031 Brunico | Codice fiscale e P. IVA IT00734480213 - REA 90822 | Tel +39 0474 533 533 | Fax +39 0474 533 538 | info(at)pubbliservizi.it