Noi utilizziamo cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta la memorizzazione di tali cookie sul suo dispositivo. Direttiva cookie

Dal 01/10/2018 é in vigore la delibera n° 24/2018/R/TLR dell‘Autorità per Energia Reti e Ambiente (ARERA). L’allegato “A” a questa delibera, denominato anche come “Testo Unico di attuazione della regolazione” (TUAR), dev’essere rispettato da tutti gli esercenti di teleriscaldamento.
Nei testi integrati sono descritte le modalità e gli standard minimi da applicare a tutti i clienti del teleriscaldamento.

Le Vs. richieste, istanze o comunicazioni possono essere inoltrate con le possibilità elencate nella ns. pagina dei contatti.

Nuovi allacciamenti alla rete del teleriscaldamento di Brunico

Iter da seguire per i nuovi allacci:

  1. Deposito della richiesta di allacciamento, inclusa tutta la documentazione necessaria
  2. Esamina della richiesta con risposta scritta (motivata in caso di diniego) al cliente
  3. Accettazione dell'offerta o diniego della stessa da parte del cliente
  4. Firma del contratto di allacciamento e fornitura
  5. Esecuzione dei lavori per l’allacciamento alla rete
  6. Esecuzione dei lavori per l’allacciamento del punto di consegna
  7. Messa in funzione dell‘impianto

Disattivazione della fornitura di calore

La disattivazione della fornitura di calore, su richiesta del cliente può avvenire in qualsiasi momento con un preavviso minimo di 1 mese. Questa operazione non comporta dei costi per il cliente e comporta la disdetta automatica del contratto di fornitura.

Nel corso della disattivazione verranno eseguite le seguenti attività:

  • chiusura della fornitura di calore (può essere eseguita sia tramite chiusura e piombatura degli impianti come anche tramite dispositivi software)
  • lettura finale del contatore e seguente fatturazione consuntiva
  • risoluzione contrattuale
  • (eventuale protezione da gelo mediante “Bypass” termico)

Tuttavia è da considerare che il punto di fornitura dev’essere protetto dal pericolo di gelo nel periodo invernale. Questo vuol dire che devono essere intraprese adeguate contromisure, che comportano costi. Il proprietario dell’immobile deve partecipare a queste spese, altrimenti il punto di fornitura dev’esser completamente scollegato (vedasi voce apposita).

Scollegamento del punto di fornitura calore

Lo scollegamento del punto di fornitura calore, su richiesta del cliente può avvenire in qualsiasi momento con un preavviso minimo di 1 mese.
Il contratto di allacciamento, come anche tutti i contratti di fornitura connessi sono, quindi, da considerarsi come automaticamente disdetti.

Nel corso dello scollegamento verranno eseguite le seguenti attività:

  • chiusura della fornitura di calore (può essere eseguita sia tramite chiusura e piombatura degli impianti come anche tramite dispositivi software)
  • lettura finale del contatore e seguente fatturazione consuntiva
  • risoluzione contrattuale
  • rimozione della stazione di scambio e impianti connessi (Contatori di calore, impianti di regolazione ecc.)
  • rimozione di tutte le tubazioni e condutture teleriscaldamento dentro casa (vano tecnico/caldaia, cantine, garage, ecc.)

Le condutture di allacciamento dalla rete di teleriscaldamento all’immobile dovrebbero essere interrotte al punto di deviazione dalla rete stessa. Di seguito queste possono essere rimosse e smaltite dal cliente.
In alternativa a questa procedura, le condutture sotterranee possono rimanere inalterate e rimangono sempre di proprietà dell’Azienda Pubbliservizi Brunico. In questo caso però è strettamente necessaria l’installazione di un “Bypass” (con limitatore di temperatura).
L’operazione sopra descritta non comporta dei costi per il cliente.

Azienda Pubbliservizi Brunico | Anello Nord 19, I-39031 Brunico | Codice fiscale e P. IVA IT00734480213 - REA 90822 | Tel +39 0474 533 533 | Fax +39 0474 533 538 | info(at)pubbliservizi.it